Ho una domanda... aiutatemi a capire.

Re: Ho una domanda... aiutatemi a capire.

Postby AlexVale on 26 May 2015, 13:39

A mia sorella hanno rimproverato anche all'epoca dei colloqui che avrebbe accettato un bimbo con lieve handicap...manco se non lo pretendi sano si accontentano....credo anche io che sia così come dici, in Italia le cose sono molto più difficili e soprattutto arbitrarie...a como è in un modo, a cantù in un altro....e questo non solo per le adozioni direi...procedure standard in questo paese non ne esistono...per nessuna cosa.
AlexVale
 
Posts: 433
Joined: 22 May 2015, 12:23

Re: Ho una domanda... aiutatemi a capire.

Postby Gina on 26 May 2015, 22:45

purtroppo il sistema adozioni in Italia è uno dei peggiori al mondo e non credo che cambierà mai visto lo scarso interesse politico in materia......
la adozioni nazionali sono estremamente difficili e quelle internazionali sono legate alla burocrazia e di conseguenza ad un giro di soldi che neanche si immagina.....agli italiani vengono dati i bimbi di serie b, ed è vero....ciò accade perchè l'Italia è uno Stato che riserva pochi stanziamenti alle adozioni internazionali e di conseguenza i paesi stranieri non considerano l'Italia un buon paese a cui dedicare attenzioni.....due anni fa i sodli destinati dalla finanziaria alle adozioni internazinali e agli aiuti ai paesi con tanti bimbi in adozione sono stati usati per i rifiuti di napoli.......questo però nessun tg l'ha detto e nè enti nè paesi esteri hanno protestato e chi ha subito il danno sono state le coppie italiane con richieste di adozione all'estero.....

Noi abbiamo fatto un corso pre adozione, nella nostra regione è obbligatorio ancor prima di presentare domanda al tribunale, e dal corso abbiamo capito diverse cose, purtroppo tristi dal mio punto di vista e che ci hanno allontanato da questa strada......mio marito sfigatello è molto intuitivo in questi casi ed è grazie a lui che non mi sono messa a far polemica e discussione....per assurdo noi due che siamo stati tranquilli e zitti, meno partecipi di altre coppie, avevamo a detta delle due assistenti migliori qualità per intraprendere questa strada....c'erano due coppie incredibili, partecipe, entusiaste, sincere al massimo che sono state silurate davanti a tutti e io avrei voluto strangolare quelle due assistenti.......io e mio marito che eravamo in disparte sì e quelle coppie che non vedevano l'ora di andare avanti no......avevo promesso a mio marito di non farmi coninvolgere dagli incontri e di viverli come un momento di sola informazione e per me è stato massacrante dover accettare di stare a quel gioco di apparenze ma alla fine aveva ragione lui........

quelle due donne volevano sentirsi dire ciò che volevano loro almeno in quel momento del percorso
Gina
 
Posts: 629
Joined: 22 May 2015, 12:22

Re: Ho una domanda... aiutatemi a capire.

Postby pesceazzurro2 on 26 May 2015, 22:48

Ti ringrazio Gina per queste spiegazioni, evidentemente sei a conoscenza di molte cose, non mi spiegavo, infatti, come mai in Italia si adottano bambini grandi, come dici tu di serie b, eppure e' un paese importante...una ragazza anche lei conosciuta nel 2006 in un forum, e che e' diventata una mia cara amica ci ha messo quasi sei anni e alla fine ha adottato due sorelline di otto e cinque anni, sono felicissimi per carita', ma non hanno potuto porre nessuna condizione, anzi quando hanno 'osato' rifiutarsi di avere tre fratelli li hanno guardati pure male...

Quanto poi a non apparire, non parlare, non esprimersi con gli assistenti sociali hai ragione da vendere, io ho discusso animatamente con una psicologa in un incontro collettivo, poi ho capito che era meglio lasciar perdere...dalla stessa una mia cara amica che adottava da single e' stata trattata malissimo, con un fare da integralista cattolica le diceva si trovi un uomo al piu' poresto, al secondo incontro la mia amica ha ceduto e le ha detto si lo faro'...pensa te, che ce lo deve di lei che e' meglio avere un uomo che faccia da padre!
pesceazzurro2
 
Posts: 503
Joined: 25 May 2015, 14:38

Re: Ho una domanda... aiutatemi a capire.

Postby guerriera on 26 May 2015, 22:53

Gina wrote:purtroppo il sistema adozioni in Italia è uno dei peggiori al mondo e non credo che cambierà mai visto lo scarso interesse politico in materia......
la adozioni nazionali sono estremamente difficili e quelle internazionali sono legate alla burocrazia e di conseguenza ad un giro di soldi che neanche si immagina.....agli italiani vengono dati i bimbi di serie b, ed è vero....ciò accade perchè l'Italia è uno Stato che riserva pochi stanziamenti alle adozioni internazionali e di conseguenza i paesi stranieri non considerano l'Italia un buon paese a cui dedicare attenzioni.....due anni fa i sodli destinati dalla finanziaria alle adozioni internazinali e agli aiuti ai paesi con tanti bimbi in adozione sono stati usati per i rifiuti di napoli.......questo però nessun tg l'ha detto e nè enti nè paesi esteri hanno protestato e chi ha subito il danno sono state le coppie italiane con richieste di adozione all'estero.....

Noi abbiamo fatto un corso pre adozione, nella nostra regione è obbligatorio ancor prima di presentare domanda al tribunale, e dal corso abbiamo capito diverse cose, purtroppo tristi dal mio punto di vista e che ci hanno allontanato da questa strada......mio marito sfigatello è molto intuitivo in questi casi ed è grazie a lui che non mi sono messa a far polemica e discussione....per assurdo noi due che siamo stati tranquilli e zitti, meno partecipi di altre coppie, avevamo a detta delle due assistenti migliori qualità per intraprendere questa strada....c'erano due coppie incredibili, partecipe, entusiaste, sincere al massimo che sono state silurate davanti a tutti e io avrei voluto strangolare quelle due assistenti.......io e mio marito che eravamo in disparte sì e quelle coppie che non vedevano l'ora di andare avanti no......avevo promesso a mio marito di non farmi coninvolgere dagli incontri e di viverli come un momento di sola informazione e per me è stato massacrante dover accettare di stare a quel gioco di apparenze ma alla fine aveva ragione lui........

quelle due donne volevano sentirsi dire ciò che volevano loro almeno in quel momento del percorso


mia cugina ha adottato due bambini e parlando con la mia amica che stava per affrontare lo stesso percorso, essendoci lei già passata gli ha detto di non essere completamente sincera con gli psicologi, di non raccontare tutto, di tralasciare alcuni particolari "difficili"...purtroppo forse è necessario dare loro quello che si aspettano...d'altronde la mia amica mi ha detto di aver visto coppie di tutti i tipi anche alcune che secondo loro non erano diciamo molto pronte.ma certo sono cose particolari, come diceva qualcuna, magari un'altro psicologo o un altro assistente sociale avrebbe notato altre cose...
che tristezza però...

per affrontare il dolore dei bimbi secondo me non si è mai pronti.
vi riporto il caso estremo di una mia amica, dopo tutta la trafila di psicologi ecc. gli hanno affidato da un giorno all'altro, senza avvisarli e senza prepararli un bambino gravemente malato. loro dicevano di non sapere della gravità della malattia, io ne dubito...il bambino è arrivato in italia in fin di vita.
comunque anche ammettendo che loro non sapessero della gravità della cosa, poi li hanno completamente abbandonati a loro stessi.
nessuno dell'ente si è interessato di due genitori che da un giorno all'altro si ritrovano un bambino grandicello con quindi già i problemi di una storia familiare e di abbandono che lui ricorda benissimo (con le conseguenze del caso), in più gravemente malato. loro a spedirgli questionari per sapere come si stava integrando il bambino a casa, coi nonni, con gli amici... loro completamente isolati in ospedale senza poter vedere nessuno e senza poter tornare a casa per molti mesi.
quindi prima ti spremono come un limone poi ti abbandonano...non so se è un caso isolato di questo ente (non mi ricordo quel'è) o se è una cosa diffusa, comunque in questo caso è stata una cosa davvero gestita male.
guerriera
 
Posts: 348
Joined: 25 May 2015, 01:05

Re: Ho una domanda... aiutatemi a capire.

Postby Gina on 26 May 2015, 22:57

pesceazzurro2 wrote:come mai in Italia si adottano bambini grandi, come dici tu di serie b, eppure e' un paese importante...


queste cose le ho sapute partecipando al corso per adozioni.......che tristezza.......
quando c'è stato l'incontro con i responsabili degli enti (erano 4 enti abbastanza conosciuti) mi son cadute le forze, ci hanno detto che le adozioni costano tanto in Italia perchè c'è una burocrazia incredibile dietro e che è la coppia che intende adottare che deve sobbarcarsi, poi ci sono i soldi che bisogna dare all'ente e che questo tiene un pò per sè un pò per gli interlocutori stranieri (soldi che appaiono come donazioni e non come rimborsi spese) perchè sia l'ente che il paese straniero ne ricevono pochi dallo Stato quindi ci si rifà su chi va ad adottare e poi chiaramente ci hanno spiegato il problema dei bimbi di seconda scelta......d'altronde lo Stato che dà più soldi viene preferito a chi ne dà di meno e l'Italia è uno degli ultimi.....
poi dicevano che le coppie che danno la disponibilità per due o tre bimbi sono facilitate, salgono subito in graduatoria e hanno la possibilità di avere anche un bimbo più piccolo.....un ricatto insomma......

al corso mi era venuto un colpo.......

poi dicevano che bisogna prendere anche i bimbi grandi......ma stranamente tutti i responsabili erano persone che avevano adottano e soprattutto adottato neonati...pensa te!!!!! Addirittura due di loro ci hanno raccontato che avevano portato via questi neonati con la loro mamma che li guardava andarsene......e poi dicevano a noi di non mettere vincoli di età per il bimbo........che gente!!!!!!

noi dopo il corso ci siamo fermati.......non eravamo pronti a sopportare tutto questo......forse un giorno chissà....per ora no.....credo che tutto sia colpa di come è fatto lo Stato italiano, delle leggi, dei governi......mi dispiace molto....
Gina
 
Posts: 629
Joined: 22 May 2015, 12:22

Re: Ho una domanda... aiutatemi a capire.

Postby nocciolinarosa on 26 May 2015, 23:08

Il problema non è il mondo dell'adozione o l'adozione in sè, che è sì un viaggio affascinante, ma ahimè tutto quello che c'è dietro...che non sempre è nobile e disinteressato....qui in Italia si arriva anche a pagare 20.000 euro per un'adozione....mentre le nazionali sono riservate a chi può arrivarci....ho un collega che ha preso anni fa due bimbi che ora sono ragazzi, entrambe adozioni nazionali, la femmina era neonata in ospedale...e ha pagato solo la marca da bollo.Ma siccome è di una famiglia estremamente facoltosa mi chiedo a questo punto se tutto sia stato "equo"...diciamo così.
nocciolinarosa
 
Posts: 284
Joined: 22 May 2015, 12:25

Re: Ho una domanda... aiutatemi a capire.

Postby diavolettabuona on 26 May 2015, 23:14

La verita' e' che qs gente ci gode pure un po', e parte dai suoi pregiudizi. I prezzi sono eleavatissimi pure qui per certi paesi tipo russia e cina, e secondo me pure l' adozione nazionale qui ha canali diciamo privilegiati. Tutto qs lascia un po' d' amaro in bocca. Una copia di nostri amici era in maroccco e li facevano di tutto per ritardare la consegna di tutti i documenti, cosi tutte le famiglie erano costrette a rimanere una o due settimane di piu. quindi hotel, ristoranti, affitti etc, alla fine si specula sul dolore, come la storia dei 250 euri dati al 'tutore' che ha detto solo si sono d' accordo...
diavolettabuona
 
Posts: 648
Joined: 21 May 2015, 10:52

Re: Ho una domanda... aiutatemi a capire.

Postby pesceazzurro2 on 26 May 2015, 23:16

sono sempre stata convinta che i piccoli poteri, come quello di poterti dire "vai bene, non vai bene" rendono la gente arrogante...
pesceazzurro2
 
Posts: 503
Joined: 25 May 2015, 14:38

Re: Ho una domanda... aiutatemi a capire.

Postby pancetta71 on 27 May 2015, 23:29

Ragazze, non so proprio da dove iniziare perchè avete detto tante cose e messo tanta "carne sul fuoco"....
La prima cosa che mi viene da dirvi e' di non farvi deviare da quello che sentite dire nel mondo dell'adozione, di avvicinarsi a questo mondo con una grande umilità perchè è veramente complesso e fin troppo facile fare della retorica e delle generalizzazioni...
Parto con due affermazioni che ho letto nei vs post e mi hanno dato da pensare...
Il sistema delle adozioni in Italia non è peggiore di quello di altri paesi, vogliamo parlare dell'America? Dove è solo il dio denaro a comandare? Oppure dei paesi in cui anche i single, gay possono adottare?
Ancora, avete definito i bambini grandi bambini di serie b...
Scusatemi ma questa cosa proprio non si puo' leggere!!! Non esistono bambini di serie b ma solo bambini che hanno bisogno di avere una famiglia...
Si è portati a pensare che l'adozione di un bambino piu' piccolo sia piu' semplice perchè ha meno ricordi perchè ha sofferto di meno, addiritura c'è chi ritiene che i bambini piccoli non possono ricordare ... Ebbene non è vero questa visione è estremamente semplicistica e pericolosa!
Ho sentito mamme di bambini adottati da neonati raccontare che una volta cresciuti i loro figli lamentavano proprio il fatto di non riuscire a ricordare niente, di avere un buco nero ancora piu' grande di chi almeno aveva qlc ricordo bello o brutto che fosse.
pancetta71
 
Posts: 445
Joined: 26 May 2015, 13:46

Re: Ho una domanda... aiutatemi a capire.

Postby pancetta71 on 27 May 2015, 23:31

Un bambino piccolo vive di odori, suoni, pensate cosa puo' rappresentare per un neonato il distacco della madre di pancia per essere inserito in un nuovo ambiente come un istituto : nuovi odori, nuovi suoni , un nuovo mondo! E poi di nuovo tutto si ripropone quando il bambino viene inserito nella nuova famiglia che magari è anche di un'altra nazionalità : altro cambio di odori , di suoni e tutti i suoi punti di riferimento vengono persi!
Infine lasciando da parte tutta la sfera emozionale c'è da dire che adottare un bambino piccolo, diciamo fascia d'età 0-3 rappresenta un rischio sanitario elevatissimo!!! Vi faccio un esempio per farvi capire, mettiamo caso che andate in istituto per incontrare per la prima volta il vs bambino di 6 anni ... Vi accorgete che questo bambino non parla e/o non cammina o cmq cammina male, vista l'età del bambino è ovvio che c'è qlc problema... Ora mettiamo caso che si ripropone la medesima casistica per un bambino di 2-3 anni , non avete modo di sapere/capire se il fatto è dovuta ad una qlc patologia oppure se piu' facilmente il bambino non parla e/o non cammina perchè in istituto come spesso accade non è stato stimolato.
In un bambino piccolo determinate patologie potrebbero non essersi ancora manifestate e quindi sono non diagnosticabili come ad esempio l'autismo infine fino ai 3 anni c'è tutto l'universo delle malattie materno-fetali ossia quelle malattie per le quali il bambino dagli esami del sangue potrebbe risultare positivo ma solo perchè ha ancora in circolo il sangue della mamma di pancia e non c'è modo di sapere fino appunto ai tre anni se si negativizzerà..
pancetta71
 
Posts: 445
Joined: 26 May 2015, 13:46

PreviousNext

Return to Adozione